Puente la Reina, Navarra - Cammino di Santiago

Puente la Reina è per i pellegrini il punto d'incontro di diversi percorsi, i rami aragonese e navarrese del Camino Francés in Spagna e, come registra il Codex Calixtinus, delle quattro grandi vie di pellegrinaggio che attraversano la Francia: "Uno passa per Saint-Gilles, Montpellier, Tolosa e il Somport; un altro passa per Santa Maria di Le Puy, Santa Fede di Conques e San Pietro di Moissac; un terzo passa per Santa Madeleine di Vézelay, San Leonardo di Limoges e la città di Périgueux; l'ultimo passa per San Martino di Tours, Sant'Ilario di Poitiers, San Giovanni di Angély, Sant'Eutropio di Saintes e Bordeus".

I pellegrini arrivano a questa città medievale camminando accanto al monumento al Pellegrino, continuando il loro viaggio tra i suoi numerosi monumenti: chiese, conventi, croci, case nobiliari... e, soprattutto, attraverso il suo imponente ponte sul fiume Arga.

Secondo la tradizione, il nome stesso della città, Puente la Reina, deriva da questo famoso ponte romanico, per molti il più bello ed equilibrato del Cammino Francese. Il ponte fu probabilmente costruito nel XII secolo da una regina di Navarra, Doña Mayor, moglie di Sancho el Mayor, o Doña Estefanía, moglie di García el de Nájera, secondo la maggior parte degli storici. È una struttura con sei archi semicircolari dal profilo arrotondato che originariamente aveva anche una torre centrale che ora è andata perduta. Questa costruzione avrebbe facilitato il passaggio di pellegrini e commercianti attraverso la città, contribuendo alla sua crescita e importanza.

Come molte città medievali lungo il Cammino di Santiago, Puente la Reina è organizzata longitudinalmente, seguendo il percorso del Cammino di Santiago, che ha dato origine alla sua lunga strada principale attorno alla quale sono disposti la maggior parte dei suoi monumenti. Tra l'architettura della città, spiccano gli edifici legati alla presenza dei Templari nella città, come il convento de Los Reparadores, un ex ospedale templare; dobbiamo anche menzionare la chiesa de El Crucifijo, collegata al suddetto convento da un arco a volta, la cui architettura conserva due navate, una romanica e l'altra a punta, e ospita un interessante Crocifisso renano del XIV secolo.

Sempre intorno alla Calle Mayor, il pellegrino può visitare la chiesa di Santiago, che conserva un portale romanico del XII secolo, anche se la maggior parte della sua architettura è del XVI secolo e le sue pale d'altare sono barocche. Questa chiesa ospita anche una scultura di particolare valore: Santiago el Beltza, per alcuni il più noto pellegrino San Giacomo sul Cammino di Santiago, una scultura gotica di grande qualità. Infine, molto vicino al ponte, il pellegrino può trovare la chiesa di San Pedro, architettura gotica che ha subito profonde riforme nel corso della sua storia.

Conoscere i diversi percorsi del Cammino

Chi siamo?

Siamo una compagnia che organizza il Cammino di Santiago. 

Organizziamo il tuo viaggio dall'inizio alla fine perché tutto sia perfetto.

Ti offriamo tutto quello che ti serve perché il Cammino sia perfetto per te.

Prenotiamo i tuoi voli
Ti consigliamo sulle tappe e gli itinerari
Prenotiamo tutti gli ostelli
A tua disposizione 24 ore al giorno
Trasportiamo le tue valigie ogni giorno