Gli ultimi 100 km del Cammino di Santiago

La Compostela viene data a coloro che possono provare la distanza minima per mezzo dei timbri stampati sulla credenziale del pellegrino e assicurano di aver camminato il Camino de Santiago per motivi religiosi o spirituali. Anche se le persone che fanno il percorso giacobino per motivi sportivi, di viaggio, turistici, sociali, artistici o qualsiasi altra ragione possono ottenere un altro certificato del pellegrinaggio nello stesso ufficio.

Non è necessario percorrere tutti i percorsi che portano a Santiago per ottenere la Compostela, ma dovrai provare almeno cento chilometri a piedi e duecento chilometri in bicicletta o a cavallo. L'Ufficio del Pellegrino è in Rúa do Vilar 1, accanto alla cattedrale. A piedi lo otterrai completando queste cinque fasi.

Tappa 1

Sarria / Portomarín

Distanza: 22.4 km

Albergues: Vilei (km 3.7), Barbadelo (km 4.5), Morgade (km 12), Ferreiros (km 13.1), Mirallos (km 13.6), Mercadoiro (km 16.8), Vilachá (km 20) e Portomarín (km 22.4).

La Rúa Maior de Sarria è una strada pittoresca con diversi ostelli per pellegrini e molte pietre consumate dai passi instancabili dei pellegrini di Santiago de Compostela per secoli. Le frecce gialle passano dal Convento di Magdalena e scendono fino a Ponte Áspera, la soglia dell'agricoltura galiziana, l'ingresso al mondo rurale pieno di villaggi tradizionali, bei templi romanici e paesaggi suggestivi.

Un pendio con diverse querce centenarie porta a Vilei, dove puoi apprezzare la trasformazione che il percorso giacobeo ha subito in tempi recenti, con negozi di venditori, ostelli moderni e piacevoli taverne per rallegrare la passeggiata. Poco dopo appare la chiesa romanica di Santiago, a Barbadelo, e l'essenza di San Giacomo invade ancora una volta l'atmosfera. La famosa pietra miliare del 100° chilometro è a Brea, a 11 km da Sarria. La foto è inevitabile e apparentemente lascia anche una sorta di espressione artistica perché è completamente decorata con graffiti.

Ferreiros, Mirallos, con la chiesa romanica di Santa María, Vilachá e il resto dei villaggi di Paradela conducono i pellegrini attraverso un'affascinante atmosfera rurale fino all'impressionante ponte sul fiume Miño, lungo 350 metri. Non resta che salire i gradini che portano al centro di Portomarín, visitare la magnifica chiesa di San Nicolás e cercare un letto e del cibo in un ostello del villaggio. Il primo passo è il più importante.

Tappa 2

Portomarín / Palas de Rei

Distanza: 25 km

Rifugi: Gonzar (km 8), Hospital da Cruz (km 11.8), Ventas de Narón (km 13.3), Ligonde (km 16.5), Airexe (km 17.4), Portos (km 19.4), Lestedo (km 20) e Palas de Rei (km 25).

Il corso del fiume Miño ha scavato un grande solco geografico e metà della giornata di pellegrinaggio viene trascorsa scalando la catena montuosa Ligonde attraverso i villaggi di Gonzar e Ventas de Narón ed entrando nel bacino del fiume Ulla. In molti tratti del percorso il manto stradale è asfaltato e anche se sono strade locali è necessario stare attenti al traffico e fare attenzione ai piedi, che soffrono sempre di più sulle strade asfaltate.

In questa fase è facile trovare pellegrini che hanno camminato per diverse settimane dai Pirenei e da altre regioni spagnole, e molto più a lungo, diversi mesi dalle città dell'Europa centrale. La maggior parte ha superato incidenti di ogni tipo, comprese le ferite e le solite vesciche, o ha imparato a viaggiare con loro. La capitale di Compostela è molto vicina e l'emozione di arrivare alla cattedrale dell'Apostolo supera quasi ogni tipo di sofferenza.

La croce di Lameiros è il punto di riferimento simbolico della scena, il messaggio della pietra cesellata, il culto del bene e del male, l'altare del credente e del pagano. La croce si trova accanto al Camino, ammirata e adorata, segnando la destinazione delle anime penitenti che cercano la fine della terra sulla costa galiziana. Le frecce giacobine portano infine al vecchio quartiere di Palas de Rei lungo la Rúa do Cruceiro e la chiesa di San Tirso, prima di scendere al centro principale, dove si trovano i servizi principali.

Tappa 3

Palas de Rei / Arzúa

Distanza: 28.8 km

Albergues: San Xulián (km 3.4), Pontecampaña (km 4.5), Casanova (km 5.7), Furelos (km 13), Melide (km 14.8), Boente (km 20.5), Castañeda (km 22.7), Ribadiso da Baixo (km 25.8) e Arzúa (km 28.8).

Questa è la tappa più lunga e più dura della Galizia ed è anche un giorno di incontri. A Melide, famosa per le sue "pulperías", si collega il Cammino Primitivo di Oviedo, il primo itinerario giacobino della storia. E ad Arzúa, nota per il suo formaggio, il Cammino del Nord arriva da Terra Chá, trasformando il percorso giacobino in un vero e proprio pellegrinaggio di camminatori e ciclisti. O Coto è la prima città di A Coruña, un invito rustico e affascinante per entrare in una successione di graziosi villaggi che mostrano la tipicità dei vecchi modi di vita, come Leboreiro, dove puoi vedere un cabazo o un cesto di fibre vegetali usato tradizionalmente per conservare i raccolti.

Diversi ponti medievali e vecchie stradine di campagna portano a San Xoán de Furelos e Melide, estese, vivaci e ricche di patrimonio artistico e architettura popolare, con buoni ostelli, tutti i tipi di servizi e potrebbero essere una buona fine della tappa, ma la distanza è breve e vale la pena continuare qualche ora in più per Arzúa. Lungo la strada c'è l'accogliente ostello di Ribadiso da Baixo nel fresco prato del fiume Iso, un ex ospedale medievale per pellegrini convertito in ostello, ed è una buona opzione per accorciare la tappa per qualsiasi circostanza.

Tappa 4

Arzúa / O Pedrouzo

Distanza: 19.1 km

Rifugi: Salceda (km 11,2), Santa Irene (km 16,3) e O Pedrouzo (km 19,1).

La lunga distanza e il terreno che spezza le gambe del giorno precedente avranno lasciato il corpo e lo spirito con poche possibilità di completare i quaranta chilometri che separano Arzúa dalla cattedrale di Santiago in una sola tappa. La scelta migliore è fare un giorno di media distanza e recuperare energie per arrivare il giorno dopo a Santiago in piena forma. I sentieri dei pellegrini collegano piacevoli passaggi aperti nei boschi di eucalipto e piccoli villaggi di contadini e allevatori circondati da prati e piccoli frutteti.

L'inerzia dei pellegrini che abitualmente percorrono questo tratto finale dell'avventura giacobina, soprattutto in estate, attira tutti, senza condizioni. Le feste dei pellegrini sono contagiose per i sensi ed è facile fare il Camino senza notare la vicina strada nazionale, i capannoni industriali e i centri abitati che aumentano man mano che la distanza dalla periferia della città di Santiago diminuisce. Il pellegrino ha ostelli a Santa Irene e O Pedrouzo e può scegliere uno qualsiasi di essi. Il vantaggio di A Rúa e O Pedrouzo è che hanno pensioni, hotel, ristoranti e tutti i tipi di servizi.

Tappa 5

O Pedrouzo / Santiago de Compostela

Distanza: 20 km

Albergues: Monte do Gozo (km 15,2) e Santiago de Compostela (km 20).

Il palcoscenico profuma di un obiettivo realizzato su tutti e quattro i lati. I gruppi di pellegrini camminano allegramente attraverso le vicinanze dell'aeroporto e le strade di Lavacolla verso l'eremo di San Marcos e il Monte do Gozo, l'ultimo punto di riferimento giacobino prima di scendere nelle strade della capitale galiziana e cercare le strette strade di pietra della città vecchia. L'enorme scultura piantata sulla cima della montagna nel 1993 è un luogo di offerte, foto, riflessioni e contemplazione, soprattutto verso la città di Santiago e le reliquie della cattedrale che si stagliano nella nebbia delle strade.

La fine dell'avventura sembra vicina, un semplice sospiro, ma c'è ancora una lunga camminata lungo la Rúa de San Lázaro, dove si trova l'ostello, e altri viali moderni fino alla vecchia Porta do Camiño. E qui i dolori e le pene, le lamentele e le sofferenze scompaiono. La Rúa de la Acibechería risveglia illusioni, sentimenti e vecchi ricordi, sembra che la vita passi davanti a noi in un istante e "tutto" acquista significato. E l'Arco del Palacio, discreto nella penombra dove si riuniscono alcuni musicisti di strada, scopre finalmente la monumentalità della Plaza del Obradoiro e la facciata della cattedrale galiziana.

Conoscere i diversi percorsi del Cammino

Chi siamo?

Siamo una compagnia che organizza il Cammino di Santiago. 

Organizziamo il tuo viaggio dall'inizio alla fine perché tutto sia perfetto.

Ti offriamo tutto quello che ti serve perché il Cammino sia perfetto per te.

Prenotiamo i tuoi voli
Ti consigliamo sulle tappe e gli itinerari
Prenotiamo tutti gli ostelli
A tua disposizione 24 ore al giorno
Trasportiamo le tue valigie ogni giorno